Escursioni ad Alghero

Escursioni ad Alghero

5 escursioni ad Alghero da fare a piedi e in bicicletta

  1. Parco di Porto Conte: le Prigionette
  2. Punta Giglio
  3. Laguna del Calik
  4. Monte Palmavera e Monte Murone
  5. Lago di Baratz

1. Escursione nel Parco di Porto Conte: Le Prigionette

Escursione Le Prigionette Alghero

La foresta delle Prigionette, o Arca di Noè fa parte del territorio all’interno del Parco di Porto Conte. Una delle aree più ricche di biodiversità. Attraverso una fitta rete di sentieri è possibile visitare una vasta specie di piante tipiche della macchia mediterranea sarda e animali domestici come l’asinello sardo, l’asinello albino dell’Asinara, cavalli allo stato brado, daini grifoni, pernici, corvi reali. Dalle punte più alte si può osservare lo splendido panorama della baia di Porto Conte e di Capocaccia – Isola Piana

Cosa fare: é possibile fermarsi per fare un picnic all’interno della pineta con panchine e tavoli in legno, area servizi. Sono presenti giochi per bambini

Ticket d’ingresso: 5€ con visite guidate con mini-car elettriche oppure 3€ per chi sceglie di fare l’escursione a piedi.

A chi é adatto: appassionati di trekking, ciclo-turismo, famiglie. Evitare le ore più calde perché i percorsi sono esposti al sole

Itinerario: Monte Timidone, Cala Barca

Orari di apertura: la foresta delle Prigionette é visitabile tutto l’anno dalle 9:00 alle 17:00. Nei mesi di Luglio e Agosto dalle 09,00 alle 19:00

Servizi presenti: info point, servizi igenici, noleggio biciclette, area pic-nic, parco giochi per bambini, noleggio mini-car elettriche, visite guidate

Come arrivare: percorrere la SS 127 BIS in direzione Porto Conte . Alla rotatoria prendere la SP 55 e proseguire sempre diritti in direzione Capo Caccia. L’ ingresso dell’oasi é sulla destra della strada principale

2. Escursione a Punta Giglio

Escursione a Punta Giglio

L’escursione a Punta giglio comprende 5 itinerari di media-lunga durata. E’ possibile percorrerli sia a piedi che in bicicletta. Una meravigliosa oasi naturalistica tra pini altissimi, palme nane e arbusti della macchia mediterranea sarda. A tratti il verde del bosco é intervallato dalla vista spettacolare del mare della baia di Porto Conte con la vista del promontorio di Capocaccia. Sul finale del percorso principale si arriva ai resti di postazioni militari della seconda guerra mondiale: le caserme dei soldati ancora parzialmente visitabili.

Cosa fare: ci sono 5 percorsi da esplorare. Ideale: uno per giornata. Uno di questi porta ad una piccola spiaggetta “Cala Bramassa” dove ci si può fermare ed esplorare il bellissimo fondale

Ticket d’ingresso: il biglietto per accedere ai sentieri costa 3€

A chi é adatto: escursionisti, ciclo-turismo, famiglie. Trekking leggero, di media durata. Più impegnativo in bicicletta a causa delle salite

Durata del percorso: due ore circa per un singolo itinerario

Servizi presenti: parcheggio, panchine e tavoli in legno per pic-nic

Come arrivare: bisogna prendere la strada per Porto Conte, direzione Maristella, e alla rotatoria imboccare la seconda uscita a sinistra. Proseguire verso la marina di Porto Conte. L’ingresso é sulla sinistra.

Cala Bramassa – Punta Giglio

3. Escursione alla Laguna del Calich

Ponte Romano - Laguna del Calich

Lo stagno del Calich rientra all’interno del Parco Naturale di Porto Conte. È un area protetta. Recentemente é stata oggetto di un’importante opera di ripristino e miglioramento. Situata vicino alla frazione di Fertilia. Un luogo perfetto per passeggiate in bicicletta e a piedi. Da alcuni punti si possono osservare molte varietà di uccelli. Ci sono svariate piante di fichi e ulivi selvatici. In tempi passati lo stagno era particolarmente florido di varie specie di di pesci tra i quali muggini e anguille. Oggi ospita anche diversi esemplari di uccelli. Uno degli aspetti storici più importanti della laguna del Calich é il vecchio ponte romano, ricostruito nel medioevo che comprende 13 archi dei 24 originali. Nella zona ci sono alcuni edifici storici dell’epoca fascista.

Cosa fare: escursione a piedi e in bicicletta. La pista ciclabile parte da Alghero e arriva fino alla Laguna del Calich.

Servizi presenti: postazioni per il birdwatching, tavoli e panche per pic-nic

Durata del percorso: 1h 30 min partendo da Alghero

Ticket d’Ingresso: gratuito

A chi é adatto: escursionisti, ciclo-turismo, famiglie. Una passeggiata molto semplice senza difficoltà.

Come arrivare: la laguna del Calich parte dal Viale Burruni ad Alghero e finisce all’ingresso della frazione di Fertilia

4. Escursione da Monte Palmavera a Monte Murone

Escursione monte Palmavera, monte Murone

L’escursione é ricca di paesaggi e panorami che comprendono la rada di Alghero e la baia di Porto Conte. Un percorso che può essere praticato a piedi e per i più esperti in bicicletta (mountain bike). La strada che circonda i monti é ben segnata ma piuttosto sconnessa. Partendo dalla pineta poco prima del Villaggio Nuragico di Palmavera si sale lungo il sentiero segnalato del Monte Palmavera e si prosegue in un percorso circolare che raggiunge prima il monte de Daus e poi il monte Murone. Lungo il percorso si trovano disseminati vari fortini e fortificazioni, resti della seconda guerra mondiale.

Cosa fare: escursione di una giornata. Un’esperienza alla scoperta del territorio attorno Alghero.

Durata del percorso: l’intero percorso é lungo circa 14 Km dalla base al rientro. Circa 5h di camminata

Ticket d’ingresso: gratuito

A chi é adatto: escursionisti, ciclo-turismo, famiglie. Percorso lungo ma semplice.

Dove parcheggiare: la macchina può essere lasciata nello spiazzo sterrato alla base del Monte Palmavera.

Come arrivare: il monte Palmavera si trova sulla SS 127 BIS in direzione Porto Conte – Maristella. Lungo la pineta dell’ Arenosu ci sono vari ingressi dove é possibile parcheggiare la macchina.

Monte Murone Alghero

5. Escursione al Lago di Baratz

Escursione Lago di Baratz

L’unico lago naturale della Sardegna, originatosi circa 100 mila anni fa. Si trova a 20 Km da Alghero, nei pressi della spiaggia di Porto Ferro. Un piccolo lago (12 Km) inserito in un incantevole scenario paesaggistico. Circondato da dune sabbiose e da una rigogliosa pineta con la tipica vegetazione mediterranea sarda: palma nana, corbezzolo, mirto, ginestra, rosmarino, cisto, orchidee selvatiche, olivastro.

Il lago riconosciuto dall’ Unione Europea come Sito di Interesse Comunitario (SIC). E’ poco profondo circa 6,5 metri. La ricca vegetazione acquatica è rifugio di specie tipiche dell’ambiente lacustre come le testuggini, le rane e le anguille. Le diverse specie di uccelli che vivono nel lago sono: il Germano Reale, l’Airone bianco, il Cenerino e le anatre, tutte osservabili da differenti punti.


Il lago di Baratz ha da sempre alimentato diverse leggende tra le quali quella che la lega all’antica città di Barax sprofondata nelle sue acque, e alcune legate alla seconda guerra mondiale mondiale secondo cui alcuni armamenti furono gettati e sepolti sul fondale del lago.

Cosa fare: escursioni, passeggiate, birdwathing

Durata del percorso: 1h circa

Sevizi presenti: non sono presenti servizi

A chi é adatto: escursionisti, famiglie, ciclo-turismo. Escursione semplice.

Ticket d’ingresso: gratuito

Come arrivare: percorrendo S.P. 55 bis. Superata la rotatoria con la strada dei Due Mari, si procede in direzione S. Maria La Palma. Al semaforo, dritti e dopo circa 3 km. si trova il bivio sulla destra con l’indicazione Lago di Baratz. sulla sinistra si trova il cartello con l’indicazione Lago di Baratz.

bluAlghero accommodation: cottages e appartamenti in campagna. Vivi il parco naturale con i suoi sentieri e le escursioni raggiungibili dalla nostra casa vacanza. Puoi scoprire le bellezze del Parco di Porto Conte a piedi o in bicicletta. Scegli il cottage più adatto per te e la tua famiglia: Tutti i Cottages






Back to Top